Servizio fotografico dell’Hotel Torre Bennistra, SiciliaUn paradiso al profumo di zagare e gelsomino

Ho sempre amato ascoltare e per tanti anni della mia vita ho cercato storie come si cercano tesori. Storie di persone, amori, famiglie, attività. Alcune erano così belle che mi hanno fatto nascere il desiderio di raccontarle con una voce nuova, quella delle mie fotografie.

La storia dell’hotel e ristorante Torre Bennistra inizia negli anni Sessanta, quando i coniugi Lentini rilevano una vecchia licenza di tabacchi e generi alimentari che diviene punto di riferimento per i viaggiatori di passaggio da Scopello, attratti dalla bellezza del paesaggio e dal profumo di pasta al pomodoro con basilico proveniente dal retrobottega. Con la calorosità che li contraddistingue i Lentini iniziano così ad invitare i primi turisti ad unirsi alla loro mensa ed a ricevere le prime richieste di pernottamento: è l’inizio di un’avventura. Molte persone iniziano infatti ad giungervi da Palermo e dai paesi limitrofi alla ricerca dei sapori dimenticati e dei prodotti genuini della tradizione contadina, con la voglia di gustare le pietanze fatte in casa e di ammirare la vista sui faraglioni e sulla riserva naturale dello Zingaro, di cui questo piccolo hotel gode quasi in esclusiva.

Sono passati circa 50 anni da quando questo piccolo gioiello ha aperto per la prima volta le sue porte e le generazioni si sono succedute, però l’atmosfera che si respira in questo posto dal sapore antico è sempre quella di una generosa ed accogliente famiglia, in cui c’è chi al mattino profuma l’aria di torta alle arance, chi durante la giornata si occupa di sistemare piante e fiori in ogni angolino e chi accoglie con il sorriso gli ospiti in arrivo.

Qui sembra davvero di aver trovato il Paradiso, che per me ha avuto il profumo di zagare e gelsomino, la vista del sole che sorge tra i faraglioni ed il gusto di una indimenticabile tartare di ricciola su letto di agrumi.

Torre Bennistra-2152016-04-19_0019

Hotel e Ristorante Torre Bennistra, Scopello, Sicilia.